Il Progetto
     Metodi di rilevamento
     Specie target
     Carta dei rilevamenti
     La pagina dell'esperto
     Rassegna stampa
     Eventi
     Nuovo utente
     Login
 
     Visita

     Il Blog di FaunaViva

     per rimanere aggiornato
     sul Progetto

     
 
OSSERVAZIONI NON STANDARDIZZATE

La maggior parte dei dati che si prevede di raccogliere all'interno del Progetto AViUM, derivano da osservazioni esterne al programma di rilevamento standardizzato. Tali osservazioni possono essere effettuate da chiunque e generano una serie di dati con dettaglio variabile in funzione dell'esperienza del rilevatore. Sulla base delle conoscenze in ambito ornitologico, ogni cittadino può iscriversi come rilevatore AViUM di in una delle seguenti categorie: Principianti, Appassionati, Ornitologi esperti.

Principianti
Sono tutti coloro che per la prima volta si cimentano con l'osservazione dell'Avifauna. A questo livello di rilevatori si richiede di volgere l'attenzione principalmente sulle specie target. Per facilitare il riconoscimento di tali specie in questo sito sono riportate delle brevi schede descrittive (scaricabili in formato .pdf). Chi volesse inserire osservazioni relative a specie diverse da quelle "target", può comunque farlo avvalendosi dell'apposito campo nel form di inserimento dati. Ai rilevatori Principianti non è richiesto l'uso delle codifiche relative al comportamento degli individui osservati.

Appassionati
Sono tutti coloro che hanno già affrontato l'esperienza dell'osservazione degli Uccelli selvatici nel loro ambiente naturale e conoscono un buon numero di specie, anche se non al livello di un ornitologo esperto. Questa categoria di rilevatori è invitata a segnalare osservazioni di ulteriori specie rispetto a quelle target. Si invitano inoltre gli "Appassionati" a cimentarsi con le codifiche standardizzate relative al comportamento degli individui osservati.

Ornitologi esperti
Sono tutti coloro che sono in grado di riconoscere, all'osservazione o al canto, la maggior parte delle specie presenti sul territorio, eventualmente avvalendosi delle guide di riferimento e delle registrazioni di confronto per le emissioni acustiche. Questa categoria di rilevatori è invitata a segnalare tutte le specie osservate con la relativa codifica che ne descriva il comportamento al momento dell'osservazione.

Per tutti i rilevatori che intendano inserire osservazioni nel database di AViUM, è fondamentale riportare la data, l'ora e il luogo in cui è stata effettuata ogni osservazione. Il luogo dell'osservazione deve essere individuato tra uno dei quadrati della griglia che divide l'area di studio (l'individuazione del quadrato in cui si è svolta l'osservazione è il primo passo per l'inserimento dei dati). Qualora fosse possibile, sarà richiesto l'inserimento di un toponimo di riferimento per il luogo d'osservazione, che ne identifichi la localizzazione all'interno del quadrato (per esempio l'indirizzo, il nome del giardino o del complesso di edifici in cui ci si trovava).

Un'ulteriore distinzione è importante al momento dell'inserimento dei dati di osservazione all'interno del database di AViUM: occorre precisare con che metodologia sono stati effettuati i rilevamenti che hanno portato alla raccolta dei dati inseriti. Le osservazioni possono essere infatti costituite da:

  • Osservazioni isolate - i dati riguardano individui osservati singolarmente, non durante una seduta di rilevamento in cui si annotassero tutte le specie e tutti gli individui riconosciuti in un determinato luogo;
  • Osservazioni in punti d'ascolto - i dati riguardano tutti gli individui osservati durante l'effettuazione di un punto d'ascolto della durata di 10 minuti;
  • Osservazioni protratte nel tempo - i dati inseriti possono essere frutto dell'osservazione svolta in un determinato luogo per un periodo più lungo rispetto ad un punto d'ascolto (per esempio tutti gli uccelli osservati nel giardino di casa dalle 9 di mattina alle 9 di sera di un giorno).